Gregorio Fogliani, la nuova deducibilità fiscale dei ticket elettronici farà crescere l’economia

Posted by admin on 09/12/2014 under QUI! Group, digitalizzazione | Be the First to Comment

La Commissione Bilancio ha approvato l’aumento della deducibilità fiscale dei buoni pasto elettronici. L’aumento avverrà entro il 2015 e consisterà in un passaggio da 5,29 a 7 euro.
È una delle novità apportate dalla cosiddetta Legge di Stabilità, che riguarderà ben 2 milioni e mezzo di dipendenti. Si prospetta una svolta più che positiva per tutto il comparto economico. Nelle proiezioni effettuate dall’Università Tor Vergata e da Open Economics la defiscalizzazione dei buoni pasto potrebbe comportare un incremento dell’occupazione pari a 16.398 unità e il settore potrebbe raggiungere l’1% del Pil.

Occorre precisare che la defiscalizzazione si attuerà solo sui ticket elettronici, che coprono solo una parte di questo settore; sono infatti 120 mila i punti vendita che accettano buoni cartacei, mentre solo 40 mila quelli che accettano buoni elettronici, i quali costituiscono l’11% del mercato. Una delle più immediate conseguenze dell’emendamento sarà un incremento di punti vendita che accetteranno buoni elettronici, che potrebbero arrivare ad essere 35 mila. Secondo Gregorio Fogliani, presidente di Qui! Group, sia il governo che le società emettitrici di buoni hanno un particolare interesse ad aumentare la diffusione dei ticket elettronici. Al contrario dei buoni cartacei, che possono essere oggetto di frodi e contraffazioni, i ticket elettronici consentono alcuni vantaggi, quali l’eliminazione dei problemi di falsificazione, la perdita dei carnet e l’eventuale danneggiamento dei buoni. In linea con le stime in merito alla defiscalizzazione, le quali prevedono un’impennata dei consumi pari a circa 500 euro all’anno per famiglia e per individui, Gregorio Fogliani sostiene che ci sarà una crescita per l’intero settore.

Un altro fattore positivo del quale tenere conto è la minore possibilità di evasione ed elusione rispetto ai ticket cartacei. La riduzione dell’evasione di Ires, Irap e Iva potrebbe portare 24 milioni di euro in più nelle casse statali, creando un fruttuoso equilibrio tra aumento dei consumi e aumento in ambito fiscale.

Per maggiori informazioni sull’aumento della deducibilità fiscale dei ticket elettronici: http://www.corriere.it/economia/14_novembre_27/buoni-pasto-diminuiscono-tasse-ma-solo-quelli-elettronici-6792cc3e-7644-11e4-8593-6ac58034c3d7.shtml